Le Criptovalute saranno regolamentate?

Quando entrerà in vigore, la legislazione tratterà le criptovalute come strumenti finanziari regolamentati che richiederanno l'approvazione dei regolatori. Infatti, la regolamentazione delle criptovalute è stata un frequente punto di interesse ultimamente per gli Stati Uniti.

Le Criptovalute saranno regolamentate?

Quando entrerà in vigore, la legislazione tratterà le criptovalute come strumenti finanziari regolamentati che richiederanno l'approvazione dei regolatori. Infatti, la regolamentazione delle criptovalute è stata un frequente punto di interesse ultimamente per gli Stati Uniti. Un recente rapporto dell'amministrazione Biden delinea la legislazione proposta che porterebbe più regolamentazione al mercato delle criptovalute. Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell e il presidente della Security and Exchange Commission (SEC) Gary Gensler hanno entrambi espresso preoccupazione per la mancanza di regolamentazione delle criptovalute.

Il modo numero uno in cui il governo potrebbe regolare le criptovalute è tassare qualsiasi denaro fiat che si usa per incassare un token virtuale. L'avvertimento principale è che questo dovrebbe essere applicato a specifici token e il proprietario di una criptovaluta potrebbe semplicemente passare a un'altra moneta per incassare. Oltre a questo, molti early adopters e hardliners preferiscono le criptovalute come mezzo di scambio per beni e servizi di base rispetto alle tradizionali valute fiat. Il direttore della ricerca del Belfer Center esamina la recente valutazione dell'intera comunità di intelligence degli Stati Uniti.

Comunità di intelligence Ispirata dalla famiglia, Samantha Maltais, primo Wampanoag a frequentare la Harvard Law School, progetta un futuro incentrato sui diritti indigeni, la giustizia ambientale Cosa succede al nostro sistema immunitario quando otteniamo un richiamo e i richiami COVID rimarranno sulla lista? L'economista della HBS Scott Duke Kominers spiega la crescita esplosiva delle criptovalute e perché i regolatori statunitensi sembrano ora pronti a intervenire. Di Christina Pazzanese Harvard Staff Writer Le criptovalute sono il futuro delle banche e del commercio globale, o un veicolo di pagamento e investimento abbozzato, favorito da truffatori e speculatori, organizzazioni criminali, e qualsiasi individuo o entità esclusa dai sistemi bancari occidentali, come la Corea del Nord? Scott Duke Kominers '09, A, M. È consulente di imprese e progetti di criptovalute, tra cui il portafoglio digitale e il sistema di pagamento di Facebook, e detiene criptovalute e altri beni cripto. L'intervista è stata modificata per chiarezza e lunghezza.

Ma quando si arriva ai pezzi dell'infrastruttura tecnologica, GameStop e le criptovalute possono sembrare molto diverse. Il trading di criptovalute ora assomiglia molto al trading di azioni: hai un conto di intermediazione in uno scambio, o potenzialmente su una piattaforma come Robinhood. Ma per molte delle altre applicazioni cripto, l'infrastruttura è molto, molto nuova, e le piattaforme sono molto, molto nuove, e non sono molto protette. Penso che vedremo più regolamentazione intorno alla messaggistica e alla comunicazione, ma ci sono anche questioni più strutturali.

Per esempio, una delle conversazioni di regolamentazione è intorno alle criptovalute stablecoins che detengono nominalmente valori fissi perché sono progettate per essere utilizzate solo per spostare denaro da un luogo all'altro in una denominazione fissa. Sono tipicamente sostenuti da riserve in un modo simile a come le banche sostengono i loro prestiti con i depositi. Ma ci sono domande su come strutturare correttamente queste riserve. Se tutti simultaneamente decidessero di disinvestire, gli stablecoin avranno le riserve per sostenerlo? Mi aspetto di vedere una regolamentazione intorno alle attività consentite e alla struttura delle riserve, proprio come abbiamo fatto con le banche.

E infine, avremo bisogno di una regolamentazione per assicurare una concorrenza aperta tra i diversi prodotti e piattaforme di criptovalute. La De Filippi di Berkman Klein discute le recenti oscillazioni Un esercizio alla Kennedy School esplora i pericoli se grandi somme potrebbero essere segretamente inviate a nazioni ostili Il curatore di Harvard esamina il nuovo mercato creativo emergente. Non c'è una definizione uniforme di "criptovaluta, che è spesso indicata come "moneta virtuale, "beni digitali, "token digitali, "criptoasset o semplicemente "crypto. Bitcoin e altre criptovalute possono fungere da surrogati di una valuta internazionale, il che lancia una palla curva all'economia globale.

In questo momento, le criptovalute cadono sotto la giurisdizione della SEC per gli investimenti, il CTFC per qualsiasi crimine che coinvolge il commercio interstatale, e l'IRS, rendendole soggette a reddito o a una tassa sui guadagni di capitale. Nei primi anni delle criptovalute, gli scambi di criptovalute non richiedevano molto input o approvazione da parte delle autorità di regolamentazione per funzionare. Ha anche complicato la vita agli investitori professionali e alle aziende che fanno affari con le criptovalute. Mentre un ETF legato al Bitcoin ha recentemente debuttato sul mercato azionario, la SEC deve ancora approvare un ETF (exchange-traded fund) di criptovalute, nonostante diversi fondi proposti da diverse istituzioni e scambi, ma Gensler ha rivelato martedì che potrebbe arrivare.

Mentre il governo considera come rendere più difficile l'uso delle criptovalute per attività illecite e l'evasione fiscale, non c'è ancora modo per gli americani di acquistare criptovalute usando conti di investimento più tradizionali come quelli di Fidelity o Vanguard. Mentre i governi hanno avuto successo nel regolare i luoghi, come Pirate Bay e Silk Road, ci sono così tante criptovalute. Una delle più grandi domande che l'industria deve affrontare è se i token, che sono beni negoziabili che possono servire come unità che denominano le criptovalute, ma possono anche rappresentare altre cose di valore, si qualificano come titoli; in tal caso, sarebbero soggetti a leggi e regolamenti sui titoli. Gran parte dei regolamenti proposti che si stanno rimuginando in tutto il mondo sono motivati dai timori di una pericolosa bolla speculativa che molti temono possa danneggiare la nazione se le criptovalute crollano.

La vendita di criptovalute è generalmente regolata solo se la vendita (i) costituisce la vendita di un titolo secondo la legge statale o federale, o (ii) è considerata la trasmissione di denaro secondo la legge statale o una condotta che rende la persona un'impresa di servizi monetari (MSB) secondo la legge federale. Smith si aspetta che questo continui fino a quando non ci saranno nuovi regolamenti specifici per le criptovalute, il che significa che i regolatori continueranno ad adattare i quadri attuali per il mercato della valuta virtuale. Le criptovalute, come il Bitcoin, hanno valore e quindi è sempre più probabile che diventino un bene patrimoniale. Tuttavia, alcuni emittenti di stablecoin sono stati accusati di manipolare il mercato, comprando criptovalute per aumentare i prezzi.

Aziende come Elliptic e Chainalysis hanno già creato solide partnership con le forze dell'ordine in molti paesi per rintracciare gli usi illeciti delle criptovalute e rivelare le identità dietro le transazioni. Una possibile disposizione espanderebbe la definizione di brokeraggio per includere le aziende che facilitano gli scambi di asset digitali come gli scambi di criptovalute.